Come realizzare i miei sogni? Ecco i #7 ingredienti

"If Your Dreams Don't Scare You, They're Not Big Enough" - Conor McGregor

Se i tuoi sogni non ti spaventano, non sono grandi abbastanza.








Come credere nei miei sogni, #7 punti su cui riflettere!

Ciao e ben ritrovato/a,

oggi parliamo di “sogni” ed iniziamo subito, come di consueto, dalla definizione che riporta il dizionario.


sogno

[só-gno] s.m.
  • 1 Attività mentale che si svolge durante il sonno, caratterizzata da impressioni visive, sensazioni e pensieri non coordinati tra loro logicamente ma esprimenti desideri, ricordi, emozioni inconsce || sogni nel cassetto, progetti, fantasie, desideri non realizzati o irrealizzabili | nemmeno per sogno, assolutamente no

Come al solito il senso della parola in italiano non è delle più motivanti, ma a noi piace pensare al positivo e ce ne freghiamo, giusto? 😉

 

Bene, quindi decidiamo di pensare al sogno come un progetto, un obiettivo personale che sentiamo talmente tanto forte dentro da volergli dedicare ogni centimetro del nostro essere.

 

Un po’ come quando sei sott’acqua per molto tempo e ad un certo punto ogni centimetro del tuo corpo e ogni pensiero della tua mente è rivolto solo ad una cosa: respirare. (grazie ad Andrea Giuliodori di Efficacemente.com per la splendida similitudine).

 


“E si, perché un sogno, il tuo, ti toglie il respiro.


 

Quando parli del tuo sogno ti si illuminano gli occhi, il cuore inizia a batterti più forte, la tua “Aura” o “campo magnetico personale” si espande, sei trasportato e trasporti nel tuo sogno chi è accanto a te.

 

Un sogno quindi da ora, per me e per te, non è più sedersi o stendersi sul letto rimanendo lì a fantasticare una vita (spesso quella di altri) e aspettare la manna dal cielo o che qualcuno te lo serva su un bel piatto d’oro, ma il tuo obiettivo di vita.

 

D’altronde un sogno così, ottenuto senza alcuno sforzo o impegno, che sogno (obiettivo) sarebbe?

 


“If Your Dreams Don’t Scare You, They’re Not Big Enough” – Conor McGregor


Se i tuoi sogni non ti spaventano, non sono grandi abbastanza.


 

Insomma, hai capito, per realizzare i miei sogni, voglio rimboccarmi le maniche, e mi occorre dinamicità, movimento ed imparare dagli “errori”, lezioni che la vita (il mio “Io Sono”) mi metterà davanti.

 

Lo sbaglio, l’errore, la paura, sono indicatori che Io Sono sulla strada giusta per realizzare i miei sogni.

 

Vado Avanti!

 

Ecco i #7 ingredienti per realizzare i miei sogni

 

#1 Amore


“Ama quello che sei, ama quello che fai, fai quello che ami.”


 

L’amore è una frequenza, uno stato dell’Essere, un senso di armonia che ti unisce a “Te Stesso” (Io Sono) e a tutto quanto ti circonda.

 

Se per un po’ non percepisci questa armonia, se l’ansia di tutti i giorni ti sta separando da Te stesso, bene, è il momento di prenderti un po’ di tempo per te e stare semplicemente in silenzio ed ascoltare ciò che il cuore ha da dirti, come ho scritto nel racconto “Il bimbo Re” nel mio libro “Sulla Strada dell’Io Sono“, che trovi qui.

Spegni la mente.

Spegni i sensi di colpa.

Spegni le paure.

Spegni le vergogne.

Tu “Sei”, niente di tutto questo.

Resettati e pensa: “Io Sono”.

Punto.

Esisto.

In questo istante.

Qui.

Sono vivo.

Grazie.

Tutto il resto è andato.

E riparti da Te.

 

#2 Fede

Non parlo della fede religiosa o della speranza, concetti che ti allontanano di parecchio dal raggiungimento del tuo sogno in quanto depotenziano il tuo essere perché prevedono che tra te e il tuo obiettivo ci sia il doversi affidare a qualche “forza mistica” ed estranea a te.

 

In pratica senza un “mediatore”, un santo, o chi per loro, è difficile che il tuo miracolo possa avverarsi.

 

Niente di più falso.

 

E non c’è cosa più grave nel mettersi di mezzo tra il sogno e il sognatore e cercare di ostacolarne il successo.

 

Molte persone come saprai, per invidia ed incapacità di cambiare un grammo della propria vita, per non sentirsi delle nullità cercano di affondare chi ha la luce negli occhi e vive dei suoi sogni.

 

Domandati perché li hai attratti nella tua vita, e quando ne comprenderai il motivo, si allontaneranno da soli.

 

Circondati di persone che hanno il Theos dentro, ovvero entusiaste! (en-theos, Dio dentro).

 

La fede viene da dentro, viene dal tuo Io più profondo, dal tuo “Io Sono” e in questo caso aggiungerei “il mio sogno”.

 

Io Sono il mio Sogno!

 

Shakespeare ne “La Tempesta”, diceva che “siamo fatti della stessa sostanza dei sogni”.

 

Verissimo. Se lasci che il “sogno” (il tuo Io Sono) si “impossessi” di te, tu diventi il tuo Sogno, e sarà il Sogno stesso a farsi strada nella tua vita.

 

Ed qui che la Fede necessiterà della tua non-resistenza, intesa come diceva il Buddha.

 

Tieni a mente il tuo obiettivo, e lascia che l'”Onda” ti porti.

 

Rimani in equilibrio nella tua vita.

 

Cadrai, ma la tua Fede saprà farti rialzare.

 

La fede è una frequenza costante dentro di te.

 

Non la trovi in nessuno, solo dentro di te.

 

Quando la fede di Pietro vacillò, inizio a cadere e ad affogare nel mare (la vita).

 

Quando quella frequenza di certezza, (che quanticamente plasma la materia, la credenza che ti fa vivere la vita che decidi) diminuisce, ecco che “cadi”.

 

Niente panico comunque, ci può stare.

 

Il nuovo ci spaventa sempre, ma la forza del sogno è quella scintilla che da sempre ha portato l’essere umano a spingersi oltre, l’istinto naturale, che ci verrà in aiuto e ci riporterà a “respirare” di nuovo.

 

Ancora, il respiro ci fa da maestro.

 

L’obiettivo, il sogno, la meta, si raggiungono con costanza, passo dopo passo, respiro dopo respiro.

 

Ed ecco il terzo ingrediente.

 

# 3 Costanza

Voglio raccontarti una storia, che spiega perché ho deciso di mettere in copertina la foto di Conor Mcgregor, il campione di pesi leggeri della UFC (Ultimate Fighting Championship).conor mcgregor

Da sempre amo le arti marziali e da un po’ lo seguo.

 

Mi incuriosisce sia come sportivo sia come “uomo di marketing”, in quanto ha saputo crearsi un personaggio ed è uno dei più seguiti al mondo sui Social Network, infatti lo chiamano in gergo il “fenomeno Mcgregor”, riferendosi al modo in cui ha scalato tutte le vette, compresi i Social.

 

Conor ai molti (invidiosi) risulta un personaggio spocchioso, cafone, arrogante e “troppo sicuro di sé”.

 

Io penso che sia il personaggio che ha voluto costruirsi per attirare l’attenzione su di sé, raggiungere il suo obiettivo, il suo sogno:

Essere il numero Uno.

E’ un sogno come tanti, nessuno lo può giudicare, soprattutto se si parte da “zero”.

Questa è la sua storia.

Figlio di un tassista irlandese, Conor non ha avuto una vita facile. Infatti, dai bassifondi di Dublino, The Notorious (così è chiamato dai suoi fan), con sudore e fatica è riuscito nell’impresa di affermarsi come lottatore arrivando fino alla vetta e al successo in UFC.

 

Ha avuto la fortuna di avere un padre di mentalità aperta, ex pugile tra l’altro, che alla sua richiesta di lasciare l’azienda di famiglia come idraulico, a 18 anni, non gli ha messo il bastone tra le ruote anzi, gli ha pagato gli allenamenti in palestra, dandogli totale fiducia e permettendogli di iniziare a mettere i primi mattoni al suo sogno.

 

Il suo successo è dovuto anche alla compagna, Dee Davlin, la donna che ha condiviso con lui gli anni più duri, fatti di ristrettezze e dolori, di rinunce e tutto credendo fermamente che prima o poi Conor avrebbe realizzato il suo sogno.

 


“Siamo fidanzati da più di 8 anni. Abitavamo in Irlanda, a 30 km da Dublino, in un piccolo appartamento affittato grazie ad un sussidio di disoccupazione di 188€. Non avevo un lavoro poiché impiegavo tutto il mio tempo in palestra per gli allenamenti. Credevo che un giorno sarei diventato un campione.

Anche lei credeva in me. Nonostante la mancanza di soldi mi sforzavo perché dovevo mangiare bene e dovevo rispettare l’alimentazione, per questo lei mi incoraggiava fino in fondo. Quando rientravo a casa dopo i durissimi allenamenti, senza forze, esausto, lei mi diceva sempre: “Conor, so che ce la farai”.

Oggi, sono riuscito a guadagnare milioni di dollari.

Durante le mie battaglie vengono ad assistermi oltre 50 mila spettatori. Posso acquistare qualsiasi auto, qualsiasi abito, qualsiasi casa, qualsiasi cosa al mondo. Eppure lei non mi chiede niente, per questo merita ciò che di più bello c’è a questo mondo! Lei è sempre accanto a me e continua a dirmi che posso fare tutto. Se ce l’ho fatta è soprattutto grazie a lei che non mi hai mai lasciato solo.”

      –  Conor Mcgregor


Ti va di mettere un like sulla pagina Facebook? Grazie!


Conor ha saputo affiancarsi ad una donna fantastica, ma dentro di sé aveva ben chiaro il suo sogno.

 

E l’ha raggiunto e lo raggiunge ogni giorno, mirando sempre un po’ più avanti, fino addirittura a chiedere alla UFC di entrare a far parte del loro pacchetto azionario.

 

E’ diventato così tanto l’immagine della UFC che se lui dovesse ritirarsi è probabile che l’UFC perderebbe immagine e milioni di dollari.

 


E se qualcuno gli dice… – “chi ti credi di essere?”

Lui risponde: – Conor Mcgregor.


 

Che stima di sé stesso eh? Fantastico!

Testa anche tu la tua autostima, qui.

 

 

#4 Non ci credere

Se dentro di te senti una voce che ti dice: “non ce la farò mai”, “è impossibile”, “è troppo difficile”, “non sarò mai bravo/a come lui/lei”, vuol dire che in passato qualcuno ti ha ripetuto queste frasi, continuamente.

 

Forse un genitore o un insegnante.

 

E tu ci hai creduto e probabilmente ci continui a credere, dando quel dato come “vero”.

 

Bene, la buona notizia è che quelle voci non sono tue.

 

E la buonissima notizia è che puoi riprogrammare il tuo modo di pensare, eliminando quelle voci per sempre.

 

Come?

 

Finisci l’articolo e in basso troverai un pulsante arancione, cliccaci su.

 

#5 Impara la tecnica

Hai un sogno ma non sai come fare per raggiungerlo? Impara la tecnica, investi su te stesso e sul tuo Sogno.

 

Focalizzati, elimina dalla tua vita le cose inutili e che ti fanno perdere tempo.

 

Scrivi.

 

Prendi nota di tutto, idee, successi, insuccessi, tutto quando ti può servire per tenere a mente dove sei, cosa stai facendo, dove stai andando.

 

#6 Segui i migliori

Se vuoi che il sogno ti permei, impara dai migliori.

 

Con questo non ti sto dicendo che devi metterti in competizione con loro, nella vita ci sarà sempre chi sta avanti e chi sta dietro di te.

 

E se sarai il migliore oggi, non è detto che lo sarai ancora domani.

 

Anche Mcgregor un giorno dovrà ritirarsi o essere battuto da qualcuno sul ring.

 

Ma questa è la vita.

 

Ma vale sempre la pena di farsi in quattro per “sperimentare” l’ebbrezza del sogno.

 

Sei qui per sperimentarti, per far giocare la tua Anima, per “sentire” la Vita, per “essere la vita stessa”.

 

La vita si esprime anche attraverso Te, sii una finestra della Vita.

 

Godi e…

#7 Divertiti

La vita è un gioco, possono presentarsi anche momenti bui, ma se comprendi che non ci sono cose giuste o sbagliate, non ci sono errori né cadute, imparerai a cadere sempre in piedi.

 

Sarai presente a Te stesso anche nei momenti più duri, comprenderai che sei parte del progetto, dell’opera, del gioco e che tutto è perfetto per portarti alla tua meta.

 

#ops! E se non ho un sogno?

Lo so che lo stavi pensando… bene!

 

Renato Zero ne “i Figli del Sogno” dice:  “…e nel caso foste sprovvisti di un sogno, affrettatevi a procurarvene uno, perché vivere senza, è come vivere… in bianco e nero”.

 

Cercalo, ascoltati, ascolta la vita, dì a tutto “Si”, come fa Jim Carry nel film “Yes Man”.

 

La vita prima o poi ti farà “sua”.

 

Mentre fai qualcosa, chiediti se sei felice.

 

Il sentirsi “felici” è un buon “vento” che può portarti al tuo sogno e magari ti ritrovi nel sogno senza neanche accorgertene.

 

Non hai un sogno? Forse devi ancora trovare lo scopo della vita, la tua. Leggi qui.

 

Ti lascio con una frase di Confucio che amo particolarmente:


‘ Scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita’.” 




 Acquista “I figli del sogno” di Renato Zero e il film “Yes Man” con Jim Carrey

Ti è piaciuto l’articolo?

Metti un mi piace alla pagina Exduco Comunicazione, a te non costa nulla e dai una mano a far arrivare questo messaggio anche ad altre persone.

Grazie!

 


Aiutami a realizzare il mio Sogno, potrebbe essere anche il tuo!

 

Il lavoro e i soldi possono essere dei mezzi di passaggio per concretizzare i nostri sogni.

 

A volte smettiamo di sognare perché pensiamo da perdenti e ci diciamo che è impossibile, e non ci concediamo neanche una possibilità.

 

Io non voglio essere tra quelle persone, e tu?

 

Se un sogno ce l’hai e non sai come raggiungerlo sei già a buon punto, ti va di darti una possibilità?

 

Scrivimi dalla pagina contatti e nel messaggio, specifica che arrivi dalla lettura di questo articolo.

 

Ti parlerò del mio progetto.

 

Se invece vuoi già sapere di cosa si tratta, compila il modulo che trovi in questa pagina qui.

 

Segui minuziosamente tutte le istruzioni, e poi scrivimi.

 

Ti aspetto!


Un uomo lo sa, che esiste un disegno, incontriamoci là… all’alba di un sogno“. – R. Zero


 


iscrizione gruppo facebook exduco formazioneIscriviti al gruppo Facebook


E’ possibile cancellare i programmi vecchi ed installarne di nuovi, è possibile cambiare il modo in cui vedi la tua vita oggi e vederla con altri occhiali.

E’ possibile vivere una vita diversa, con un lavoro diverso, persone diverse.

Un modo di vivere la vita che sia piena espressione del tuo essere!

Leggi le testimonianze.

Riprenditi in mano la tua vita! 

INIZIA DA QUI 》

Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo con chi pensi possa voler cambiare la sua vita.

Se sei arrivato fino a qui…

…sei una delle 500 persone che ogni giorno legge senza limitazioni il blog perché gratuito.
Sei una delle 500 persone che probabilmente metterà in discussione qualcosa della sua vita e inizierà un percorso di auto-conoscenza e di benessere.
Exduco Comunicazione è un’associazione di promozione sociale, culturale ed artistica e porta avanti alcuni progetti tra cui il blog che stai leggendo.

Come associazione ha bisogno anche di piccoli aiuti economici per andare avanti, sotto forma di donazione.

Sostieni Exduco Comunicazione, basta anche un euro, grazie!




Come realizzare i miei sogni? Ecco i #7 ingredientiultima modifica: 2018-01-12T13:08:13+01:00 da Francesco Mazza

Related Posts

Leave a reply

Devi essere connesso per inviare un commento.