Come rimettersi in gioco, sempre!











La verità
È che non vuoi cambiare
Che non sai rinunciare a quelle quattro, cinque cose
A cui non credi neanche più

Brunori Sas

















Ciao e ben ritrovato/a,

è da un po’ che non ci sentiamo, forse un annetto almeno.

 

Sono successe e cambiate tante cose, alcune inaspettate e gravi, altre ricercate e desiderate.

 

Cose che mi hanno portato via del tempo e forse anche l’attenzione nello scrivere.

 

In questo anno ho attuato e (dovuto attuare) delle scelte e ho cambiato alcune cose nella mia vita.

 

E come ogni cambiamento preceduto da scelte, ci sono conseguenze apparentemente positive e altre negative.

 

Ad esempio ho dovuto lasciare la casa in cui ero in affitto nel centro storico dove abitavo e mi sono stabilito nel mio appartamento in città.

 

Per necessità, ho anche deciso di iniziare a lavorare full time andando un po’ contro i miei principi e quanto sinora scritto nel blog.

 

Sono sincero, questo lavoro mi piaceva pochissimo e lo consideravo uno step momentaneo e necessario per tornare ad avere sempre più libertà e tempo da dedicare alle persone che amo, ai miei articoli e ai miei progetti artistici (vedi www.onosoi.com e www.arteorgonica.it).

 

Il problema è stato che quando tornavo a casa non avevo più forze ed energie da dedicare ad altro.

 

Un periodo buio

Il tempo passava e dentro di me mi sentivo spegnere giorno dopo giorno… tutti i giorni erano uguali, stessa routine di cose da fare, stesse persone, stessi discorsi, stavo impazzando.

Credo che per un buon periodo mi sia sentito depresso, forse avevo fatto delle scelte sbagliate, forse dovevo rimanere alla mia vecchia vita.

Sicura anche quella, ed apparentemente svincolata dal sistema, ma non più adatta a me.

E così……

…la vita che volevo vivere, ora non la vivevo più, la pensavo soltanto.

 

E mi chiedevo… tutto questo per la certezza di uno stipendio fisso?

Per… paura di non farcela?

Non poteva finire così, ma non trovavo una soluzione.

Ero incazzatissimo con me stesso.

Una Domenica decisi di andare a fare due passi al mare, era da tanto che non andavo, la giornata prometteva bene, c’era aria fresca ma anche un bel sole caldo.

Mi sono seduto in riva, c’era pochissima gente, il giusto silenzio, così ho iniziato a meditare e ad osservare i miei pensieri.

Molti di essi si acquietarono, ma una sola parola mi ridondava in testa.

 

PAURA.
PAURA.
PAURA.

Di cosa avevo paura?

Sentivo che tra tutte, la più grande era quella di non riuscire più a…

“cambiare”.

 

“Ma ho già cambiato tante cose” –  mi dissi – cosa posso ancora cambiare?

Di certo quel lavoro non mi soddisfava e mi portava via più di dieci ore al giorno, una vita totalmente in contrasto con i miei principi.

 

Come rimettersi in gioco?

Tornato a passeggiare, aprii Youtube e scrissi: “paura di cambiare”.

 

Tra i vari video mi comparve la canzone di Brunori Sas: La Verità.

 

Fu un fulmine a ciel sereno.

Il testo è meraviglioso:

Te ne sei accorto, sì
Che tutto questo rischio calcolato
Toglie il sapore pure al cioccolato
E non ti basta più
Ma l’hai capito che non serve a niente
Mostrarti sorridente
Agli occhi della gente
E che il dolore serve
Proprio come serve la felicità
Te ne sei accorto, sì
Che passi tutto il giorno a disegnare
Quella barchetta ferma in mezzo al mare
E non ti butti mai
Te ne sei accorto o no
Che non c’hai più le palle per rischiare
Di diventare quello che ti pare
E non ci credi più
Ma l’hai capito che non ti serve a niente
Sembrare intelligente
Agli occhi della gente
E che morire serve
Anche a rinascere
La verità
È che ti fa paura
L’idea di scomparire
L’idea che tutto quello a cui ti aggrappi prima o poi dovrà finire
La verità
È che non vuoi cambiare
Che non sai rinunciare a quelle quattro, cinque cose
A cui non credi neanche più

Così dopo un bel pianto, mi sedetti.

E decisi che mi sarei di nuovo messo in gioco per darmi un’altra possibilità.

Sarà il caso (lo sai che non esiste), sarà il fatto di averne preso coscienza, che qualche giorno dopo mi chiamò un mio amico che non sentivo da anni e mi disse che da quando non lo sentivo più la sua vita era totalmente cambiata.

L’ultima volta che lo sentii era depresso in un loop mentale ed intento a porsi mille e mille domande, al quale non sapeva dare risposte.

Anche lui come me si è sempre posto quelle domande “scomode”, sul senso della vita, di come viverla, del tempo che dedichiamo a noi stessi e agli altri, del tempo destinato ad un lavoro inappropriato che ci vuole ingranaggi e non persone, che vuole soltanto numeri per dare profitto a pochi a discapito di molti.

Se fosse giusto o sbagliato lavorare come uno schiavo o, all’opposto, avere del tempo da dedicare all’espressione di sé stessi, e quindi non definibile più lavoro ma…

vita.

Ebbene lui lo stava facendo da più di un anno e la cosa mi incuriosì parecchio.

Aveva avuto il coraggio di rimettersi in gioco ed era proprio quello che stavo cercando.

Ci siamo incontrati e mi ha ha spiegato quello che stava facendo.

Non c’ho pensato due volte e compreso bene il funzionamento del suo progetto, ho approfondito il discorso e parlato con i responsabili.

 

Da allora la mia vita ha preso di nuovo la direzione desiderata ed è per questo che oggi son tornato a scriverti, di nuovo felice ed entusiasta.

 

Prima di lasciarti voglio mostrarti un video che ho già postato nel nostro gruppo Facebook Exduco Comunicazione Formazione, un video simpatico ma molto significativo.

La vita è una scelta continua tra paura e amore, perfezione e imperfezione, staticità e dinamismo, coerenza ed incoerenza.Tu da che parte stai?Hai il coraggio di andare oltre i confini (tuoi?)E di vedere quanto è profondo il tuo mare?http://goo.gl/DB5Lgd

Pubblicato da Exduco Comunicazione su Domenica 14 gennaio 2018

 

Ti riconosci?

Io Si!

Se anche tu pensi di essere come l’omino nel video, forse c’è qualcosa che dovresti cambiare nella tua vita.

Lo so che a volte manca il coraggio o ci sentiamo talmente incastrati da non vedere via d’uscita.

Una via d’uscita c’è sempre, se non la vediamo è perché ci fa comodo non vederla ma…

 


La verità
È che non vuoi cambiare
Che non sai rinunciare a quelle quattro, cinque cose
A cui non credi neanche più


 

Vuoi scoprire di cosa sto parlando? Sei curioso?

SONO CURIOSO 》

 


Ti va di mettere un like sulla pagina Facebook? Grazie!



iscrizione gruppo facebook exduco formazioneIscriviti al gruppo Facebook


Grazie per aver letto l’articolo!



E’ possibile cancellare i programmi vecchi ed installarne di nuovi, è possibile cambiare il modo in cui vedi la tua vita oggi e vederla con altri occhiali.

E’ possibile vivere una vita diversa, con un lavoro diverso, persone diverse.

Un modo di vivere la vita che sia piena espressione del tuo essere!

Leggi le testimonianze.

Riprenditi in mano la tua vita! 

INIZIA DA QUI 》

Argomenti Correlati

libertà finanziaria come raggiungerla, indipendenza finanziaria, libertà finanziaria, indipendenza finanziaria, iniziare nuova vita

Se sei arrivato fino a qui…

…sei una delle 500 persone che ogni giorno legge senza limitazioni il blog perché gratuito.
Sei una delle 500 persone che probabilmente metterà in discussione qualcosa della sua vita e inizierà un percorso di auto-conoscenza e di benessere.
Exduco Comunicazione è un’associazione di promozione sociale, culturale ed artistica e porta avanti alcuni progetti tra cui il blog che stai leggendo.

Come associazione ha bisogno anche di piccoli aiuti economici per andare avanti, sotto forma di donazione.

Sostieni Exduco Comunicazione, basta anche un euro, grazie!




Come rimettersi in gioco, sempre!ultima modifica: 2020-02-29T18:23:03+01:00 da Francesco Mazza

Related Posts

Leave a reply

Devi essere connesso per inviare un commento.